Disabili: ulteriori fondi per le assunzioni 2017 >>

Con decreto interministeriale, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, ha attribuito all’INPS nuovi fondi a finanziamento delle assunzioni di disabili per l’anno 2017.

Il Ministero del lavoro, con il decreto del 29 settembre 2017, emanato di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, ha disposto il trasferimento all’INPS di ulteriori 58 milioni di euro a valere sul Fondo per il diritto al lavoro dei disabili per la concessioni degli sgravi alle assunzioni relative all’anno 2017. I nuovi fondi si aggiungono ai 15milioni già stanziati dal decreto 16 marzo 2017 e completamente utilizzati.

Gli sgravi alle assunzioni fanno parte di quella serie di incentivi introdotti dall’art. 10 del D. Lgs. 14 settembre 2015 n. 151 8 (meglio noto come Jobs Act), modificando l’art. 13 della L. 68/99, e che hanno trovato applicazione a partire dal 1° gennaio 2016 (circolare INPS 13 giugno 2016 n. 99).

Gli incentivi economici, lo ricordiamo, si applicano esclusivamente alle seguenti categorie di lavoratori:

  • lavoratori disabili con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 79 % o minorazioni ascritte dalla prima alla terza categoria di cui alle tabelle annesse al Testo Unico delle norme in materia di pensioni di guerra, approvato con DPR n. 915/1978 e successive modifiche;
  • lavoratori disabili che abbiano una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67 % ed il 79 % o minorazioni ascritte dalla quarta alla sesta categoria di cui alle tabelle indicate al punto precedente;
  • lavoratori con disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45 %.

Viceversa, l’incentivo non è previsto per le altre categorie di lavoratori che, pur avendo diritto al collocamento mirato,  non rientrano nelle condizioni sopra dette.

L’incentivo spetta per le assunzioni a tempo indeterminato anche se part-time e per le trasformazioni da tempo determinato a indeterminato.

I principali requisiti richiesti per poter accedere all’incentivo sono:

  • l’obbligo di regolarità contributiva,
  • il rispetto della normativa in materia di salute e sicurezza e del contratto collettivo nazionale di lavoro,
  • il rispetto del requisito dimensionale.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.